Da Letta, un altro governo contro il Popolo

Andare in basso

Da Letta, un altro governo contro il Popolo

Messaggio  Admin il Dom 28 Apr 2013, 09:52


28 aprile 1945 – i traditori asserviti allo straniero, assassinano il CAMERATA BENITO MUSSOLINI.

28 aprile 2013 – i ministri dell’inciuccio giurano fedeltà agli interressi dei traditori e del capitalismo straniero:
- Presidente del Consiglio: Enrico Letta (PD)
- Vicepresidente – Ministro dell’Interni: Angelino Alfano (PdL)
- Ministro della Difesa: Mario Mauro (Scelta Civica)
- Ministro degli affari europei: Enzo Moavero Milanesi (Scelta Civica)
- Ministro Autonomie: Graziano Del Rio (PD)
- Ministro coesione: Carlo Trigilia (PD)
- Ministro politiche comunitarie: Anna Maria Bernini (PdL)
- Ministro per i rapporti: Dario Franceschini (PD)
- Ministro per le riforme Costituzionali: Gaetano Quagliariello (PdL)
- Ministro delle pari opportunità: Josefa Idem (PD)
- Ministro dei beni culturali: Massimo Brai (PD)
- Ministro della Pubblica amministrazione: Giampiero D’Alia (UDC)
- Ministro dell’Economia: Fabrizio Saccomanni (?)
- Ministro dello Sviluppo: Flavio Zanonato (PD)
- Ministro delle Infrastrutture: Maurizio Lupi (PdL)
- Ministro delle politiche agricole e forestali: Nunzia De Girolamo (PdL)
- Ministro del Lavoro: Enrico Giovannini (?)
- Ministro dell’istruzione: Maria Chiara Carrozza (PD)
- Ministro della Salute: Beatrice Lorenzin (PdL)
- Ministro dell’Ambiente: Andrea Orlando (PD)
- Ministro degli Esteri: Emma Bonino (Radicale)
- Ministro della giustizia: Anna Maria Cancellieri (?)
- Ministro per la cooperazione internazionale e l’integrazione:Cecile Kyenge Kashetu (PD), un governo che in nome del potere ha unito di tutto, lasciando fuori gli uomini che, anche se per pochi voti, gli elettori avevano scelto. Per mesi gli organi di stampa hanno predicato che le primarie erano l’unica forma democratica di scelta del prossimo Capo del governo, per l’appunto Pier Luigi Bersani, un comunista raggirato da Giorgio Napolitano, un altro comunista, il Governo di Enrico Letta, come si può facilmente accertare è una fritto all’Italiana, dove sulla padella come sempre finirà il popolo, il quale stupidamente è andato a votare con speranze estranee alla “democrazia rappresentativa”.

Non è il fenomeno del grilismo che ha prodotto una situazione del tutto anomala, di questo inciuccio, non sono responsabili i molti elettori che hanno scelto di votarli, dando loro un consenso non meritato, del resto non si può essere forti se non si ha il consenso, e non si conserva il consenso se non si è forti. La forza che il Fascismo aveva dato all’Italia e che, la prepotenza capitalista internazionale distrusse, ordinando l’uccisione di Benito Mussolini, l’uomo che aveva dato al nostro popolo la forza dello Stato Nazione, ribellandosi allo sfrenato liberalismo.
La loro sconfitta, non è rappresentata dal grilismo ma dalla nostra infinita FEDE nel Fascismo!
I politicanti di oggi (o meglio la casta), ancora una volta hanno tradito la volontà del Popolo, lasciando le decisioni alle segreterie dei partiti e non ai cittadini. Questo in nome di una “democrazia” asservita ai potere forti, che se ne frega del corpo elettorale, che da sempre non conta nulla.
Convinti di vincere Pier Luigi Bersani e Nichi Vendola avevano sottoscritto un patto di legislatura che escludeva un qualsiasi accordo con il PdL, tradendo quelle promesse il PD ha formato un governo che include i pidiellini, lasciano i vendoniani all’opposizione, delegittimando, così, moralmente l’assegnazione del premio di maggioranza.

Una “democrazia” fondata sulla burocrazia che, mentre il popolo si suicida, ci racconta, la favola, d’essere il terzo paese al mondo per evasione fiscale, omettendo di ricordare e affrontare il problema del lavoro, del disastro della scuola, del crollo della cultura e della sanità, della recessione massiccia dovuta all’accettazione che la nostra politica interna sia dominata da un’idea astratta di Europa, dall’euro e dal mercantilismo.
avatar
Admin
Admin

Numero di messaggi : 983
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum